A Tenerife l’estate tutto l’anno

Cosa vedere a Tenerife

Cosa vedere a Tenerife? Per chi cerca un paradiso sull’Oceano Atlantico, con spiagge bellissime e temperature miti anche d’inverno, la più famosa delle isole Canarie è la meta ideale. Acque limpide e sole tutto l’anno a poca distanza dalla Spagna la rendono una destinazione molto apprezzata e facilmente raggiungibile.

In pochi sanno però che, oltre alle spiagge, Tenerife può contare su centri storici, città e paesini piacevolissimi da visitare, oltre che su una natura incontaminata.

Ecco dunque 50 suggerimenti per scoprirla in ogni sua parte.

I centri storici e i borghi: San Cristóbal de La Laguna

San Cristóbal de La Laguna
San Cristóbal de La Laguna

Il viaggio comincia tra i centri storici e i borghi dell’isola, e precisamente da San Cristóbal de La Laguna, la prima città fondata a Tenerife. Luoghi di interesse storico importantissimi si possono trovare in ogni angolo di questa località, dichiarata patrimonio dell’umanità dall’Unesco per le sue splendide architetture coloniali. Palazzi, strade e chiese sembrano uscire da un dipinto del XVI secolo.

Santa Cruz, la vivace capitale di Tenerife

Santa Cruz Tenerife
Una veduta della capitale Santa Cruz

Anche Santa Cruz, capitale di Tenerife, merita una visita, non solo per il suo centro storico o per le moderne architetture sorte intorno ad esso, ma anche per il clima vivace che vi si respira. Da secoli infatti Santa Cruz è un porto attivissimo, oltre che il luogo perfetto per piacevoli passeggiate tra i negozi.

Taganana, antico villaggio circondato dalle montagne

Taganana Tenerife
Il villaggio di Taganana

Non tutti sanno che Taganana, nel cuore del Parco Naturale dell’Anaga, è uno dei villaggi più antichi di Tenerife. Cosa vedere tra le sue strade? Sicuramente la chiesa della Madonna de Las Nieves e l’eremo di Santa Catalina, luoghi sacri immersi nel fascino storico della borgata.

Il paese di Garachico, Medaglia d’Oro per le Belle Arti

Garachico Tenerife
Garachico

Anche Garachico è uno dei villaggi più antichi di Tenerife. Posti da visitare in questo porto fondato nel XV secolo non ne mancano visto che il suo centro storico, ricco di antichi palazzi e chiese in stile coloniale, è stato premiato con la Medaglia d’Oro delle Belle Arti ed è tra i luoghi più rappresentativi della storia culturale delle Canarie.

La Orotava e la festa del Corpus Christi

Orotava festa Corpus Christi
L’infiorata con cui La Orotava celebra la festa del Corpus Christi

Tra le cose da vedere a Tenerife non può mancare La Orotava, con la Villa de Abajo (la parte più signorile della città) e la Villa de Arriba (più popolare, ma comunque ricca di edifici storici). Se si capita a La Orotava a maggio si può assistere anche alla festa del Corpus Christi, durante la quale le vie del centro vengono decorate con una spettacolare infiorata.

Case di pietra e balconi in legno: San Juan de la Rambla

San Juan de la Rambla
San Juan de la Rambla

Dichiarato Bene di Interesse Culturale dal governo spagnolo, San Juan de la Rambla è uno dei paesi più pittoreschi di tutta Tenerife. Il cuore del centro è articolato intorno alla bella chiesa di San Giovanni Battista, circondata da viuzze pittoresche e antichi palazzi in pietra coi balconi di legno.

A Puerto de la Cruz la “città vecchia” e le vie dello shopping

Puerto de la Cruz
Puerto de la Cruz

A poca distanza da La Orotava si trova anche Puerto de la Cruz, una delle città più famose di Tenerife. La sua “città vecchia”, con le stradine acciottolate e i palazzi in stile coloniale, ha mantenuto intatto il fascino delle antiche borgate di pescatori, ma basta fare pochi passi per trovare anche decine di locali, ristoranti tipici e strade dove dedicarsi allo shopping.

Silenzio e tranquillità nel borgo di Teno Alto

Teno Alto Tenerife
Teno Alto

Visitare Tenerife significa anche immergersi in paesaggi incontaminati e luoghi remoti, lontani dal caotico viavai delle località più famose. Ecco perché vale la pena scoprire il borgo rurale di Teno Alto, nascosto tra le montagne, quasi irraggiungibile, e ancora legato alle antiche tradizioni contadine dell’isola.

La vista spettacolare e i sentieri di Masca

Masca
Masca

Decisamente più conosciuta, la piccola borgata di Masca è il miglior posto da visitare a Tenerife se si ama il trekking. Si trova, come Teno Alto, nella zona del monte Teno, in una posizione panoramica davvero spettacolare, ed è il punto di partenza delle camminate più belle dell’isola.

Cosa vedere a Tenerife? Un viaggio tra le spiagge più belle

I borghi storici e le vivaci città sono sicuramente tra i primi luoghi da visitare a Tenerife, per immergersi nella cultura locale e scoprire la storia dell’isola, ma non si può dire di aver conosciuto questa perla delle Canarie senza essere stati sulle sue spiagge da sogno. Ecco dunque le località più famose e suggestive.

Playa Jardin, la spiaggia artistica di César Manrique

Playa Jardin
Playa Jardin

A Puerto de La Cruz si trova una delle spiagge più curiose di Tenerife. Si chiama Playa Jardin e fu progettata dall’artista César Manrique con un unico scopo: permettere al visitatore di rilassarsi davvero. Ecco perché, pur essendo una spiaggia cittadina, è introdotta da un piacevole giardino e dotata di ogni comodità.

Fañabé, il luogo perfetto per famiglie e bambini

Fañabé
Fañabé

Tra le spiagge di Tenerife quella di Fañabé è una delle più apprezzate dalle famiglie che viaggiano con i bambini. Le acque pulite, i fondali bassi, la facilità di accesso e i servizi a disposizione sono il fiore all’occhiello di questa località, immersa nel fascino del paesaggio delle Canarie.

Le acque calme di Las Teresitas

Las Teresitas
Las Teresitas

Anche Las Teresitas è una spiaggia perfetta per chi viaggia con la famiglia. I frangiflutti che la proteggono fanno sì che le acque siano calme durante tutta la giornata e i fondali sono bassi, ideali per i bambini, che possono anche giocare con la sabbia all’ombra delle palme.

Las Vistas, la fontana e il lungomare

Las Vistas
Las Vistas – Tenerife

La spiaggia di Las Vistas è una delle più grandi e conosciute di tutta Tenerife e offre tutti i servizi di cui un visitatore ha bisogno, oltre ad acque calme e sabbia dorata. Inoltre è perfetta anche per chi ama passeggiare sul mare, visto che un lungo viale la collega alle spiagge vicine e offre una vista incantevole sull’isola artificiale che la protegge e sulla sua bella fontana di acqua marina.

La spiaggia di El Médano, la più amata da chi vive a Tenerife

El Médano
El Médano

Tra chi apprezza il mare di Tenerife non ci sono solo i turisti. La località di El Médano è una delle più amate da chi vive sull’isola: una spiaggia vicinissima alla città e alla zona di attracco per le imbarcazioni, quindi facilissima da raggiungere, ma anche una meta molto apprezzata da chi pratica il kite surf per via dei forti venti che la caratterizzano.

La Arena, perfetta per le immersioni

Anche se si tratta di una spiaggia urbana attrezzata, La Arena, nella località di Puerto de Santiago, è tra le più conosciute per chi pratica le immersioni subacquee. Da essa partono infatti i tour verso i vicini fondali, che sono tra i più belli di tutta Tenerife.

La Tejita, paradiso del surf

Cosa vedere a Tenerife se, alle frequentate spiagge dei centri turistici, si preferiscono coste immerse nella bellezza del paesaggio? La risposta è La Tejita, spiaggia di un chilometro di lunghezza nella Riserva Naturale Speciale della Montaña Roja, frequentata soprattutto da giovani e da amanti degli sport acquatici come il windsurf.

Alternativa e selvaggia: la sabbia nera di Benijo

Tra le spiagge più selvagge di tutta Tenerife, quella di Benijo è semplicemente spettacolare, con la sua sabbia vulcanica nera, le rocce che la circondano e le onde alte, amate dai surfisti. La si raggiunge con una passeggiata a piedi su un sentiero tortuoso, e la sua riservatezza ne fa il luogo ideale anche per chi pratica il turismo naturista.

In barca o a piedi alla spiaggia di Antequera

Antequera è una delle spiagge più suggestive di tutta Tenerife, ma non è semplice raggiungerla. Il sentiero a piedi richiede circa tre ore di cammino, diversamente si può partire da Santa Cruz o San Andrés approfittando dei traghetti. Una volta arrivati il paesaggio è davvero spettacolare, con una sottile striscia di sabbia grigia dominata dalle rocce del massiccio di Anaga.

Tra i nudisti a Los Patos

Per chi pratica il nudismo la spiaggia di Los Patos è una delle più adatte di Tenerife. Come molte altre località lontane dai centri turistici si tratta di una lingua di costa naturale nascosta tra le rocce e immersa in un paesaggio incantevole, ma è accessibile quasi solo d’estate, quando la marea è più bassa.

Vigneti e paesaggi spettacolari: la spiaggia di El Ancon

Accanto a Los Patos si trova un’altra spiaggia incontaminata davvero incantevole, quella di El Ancon. Per raggiungerla si percorre un sentiero tra paesaggi spettacolari, attraversando piantagioni di banane e i vigneti dove si produce l’uva per il vino Malvasia.

Le piscine naturali di Tenerife: Bajamar

Piscinas de Bajamar - Tenerife
Piscinas de Bajamar

Tra i posti da visitare a Tenerife, se si ama il mare, non ci sono le solo le spiagge, ma anche numerose piscine naturali dove l’acqua dell’Atlantico penetra senza l’intervento dell’uomo. Tra queste quelle di Bajamar a La Laguna sono forse le meno spettacolari, ma le più sicure e attrezzate per chi viaggia con i bambini e vuole i servizi e la città a pochi passi di distanza.

Tra le rocce vulcaniche di El Caleton de Garachico

El Caleton de Garachico Tenerife
El Caleton de Garachico

Anche le piscine naturali di El Caleton de Garachico sono molto vicine a un centro cittadino e dotate di scalette e servizi, ma risultano comunque suggestive perché formate da scoglie e formazioni rocciose di origine vulcanica, a pochi metri dall’oceano.

La Pozza di La Laja a San Juan de la Rambla

Charco de La Laja
Il Charco de La Laja

Decisamente più suggestiva è la Pozza di La Laja, cavità naturale dove le acque si mantengono sempre tranquille, protette dalle rocce che lasciano fuori la forza dell’oceano. Per arrivarvi da San Juan de la Rambla si scende una bella scalinata panoramica.

Quattro piscine naturali a Charco del Viento

Per chi cerca un luogo piacevole dove fare il bagno tra le rocce vulcaniche di Tenerife, Charco del Viento è la località ideale. A disposizione del visitatore ci sono ben quattro piscine naturali facilmente accessibili, una piccola spiaggetta sabbiosa e tanti scogli dove prendere il sole.

Per i più piccoli le attrazioni del Siam Park

Siam Park - Tenerife
Il Siam Park

Non è suggestivo come una spiaggia selvaggia o una piscina naturale, ma gli amanti del mare e del divertimento non possono perdersi il Siam Park, soprattutto se viaggiano con dei bambini. Questo grande parco acquatico offre tantissime attrazioni e scivoli, oltre a piscine in cui rilassarsi.

I paradisi naturali di Tenerife: alla scoperta del Parco del Teide

Spiagge, città turistiche e borghi storici sul mare non sono certamente gli unici aspetti che rendono celebre Tenerife. Cose da vedere ce ne sono anche per gli amanti della natura e delle camminate in montagna. Il viaggio comincia con il Parco Nazionale del Monte Teide, una vera meraviglia dichiarata patrimonio dell’umanità dall’Unesco.

Sul vulcano Teide, il monte più alto di Spagna

Teide - Tenerife
La vetta del Teide

Le Canarie sono un arcipelago vulcanico e Tenerife è dominata dall’imponente vetta del Teide. Il vulcano, con i suoi 3.718 metri, è la montagna più alta di tutta la Spagna e, con le sue eruzioni, ha creato un bacino di lava solidificata a più di 2mila metri di altezza. Paesaggi spettacolari attendono gli amanti del trekking, che qui possono trovare percorsi anche molto impegnativi.

Il tramonto sul Teide da El Sauzal

Non è necessario avventurarsi fino sulla cima del vulcano per apprezzare la bellezza del Teide. I meno allenati potranno recarsi a El Sauzal, borgata lontana dai flussi turistici. Dal belvedere di Los Lavaderos si gode infatti di una vista magnifica sulla montagna, soprattutto al tramonto.

Una vista mozzafiato dal Belvedere di Ortuño

Ortuño belvedere - Tenerife
La vista del monte Teide dal belvedere di Ortuño

Anche il Belvedere di Ortuño è uno dei punti panoramici più apprezzati di Tenerife. Si trova a 1.600 metri di altezza, ma è comunque raggiungibile in auto, e dal suo piazzale incorniciato dai pini si può ammirare il vulcano Teide circondato dalle nuvole, che spesso si fermano ad una quota più bassa, come un mare intorno alla montagna.

Tra le foreste del Parco Rurale di Anaga

Il massiccio dell’Anaga è un altro luogo perfetto per chi ama camminare. A meno di un’ora di auto da Santa Cruz e La Laguna si trova un territorio ricco di foreste e sentieri, costellato di borgate rurali, gole profonde e paesaggi mozzafiato.

Una vista imperdibile dal Belvedere di Jardina

Nel Parco Rurale di Anaga si trova anche il Belvedere di Jardina, un punto panoramico che offre una vista davvero spettacolare sia su La Laguna che sul monte Teide. La terrazza panoramica è facilmente accessibile e guarda anche sui campi e le colline circostanti.

Il panorama a 360 gradi dal Picco del Inglés

Picco del Inglés
Picco del Inglés

Altrettanto suggestivo, il belvedere del Picco del Inglés ha la particolarità di offrire, nelle giornate limpide, una vista a 360 gradi su tutta l’isola. Dal massiccio dell’Anaga si possono infatti scorgere Santa Cruz, il Monte Teide, Granda Canaria e La Palma.

Il Parco del Monte Teno, lontano da resort e turismo di massa

Anche la zona del Monte Teno è molto amata da chi visita Tenerife per immergersi nei suoi paesaggi naturali. Tutto il territorio del parco si trova in una zona isolata dell’isola, ancora legata alle proprie tradizioni e ricca di sentieri attraverso vallate incontaminate.

Tra Masca e Santiago del Teide il belvedere di Cherfe

Uno degli scorci più belli del monte Teno è quello che si può ammirare dal Belvedere di Cherfe, tra i villaggi di Masca e Santiago del Teide. Da lì si possono ammirare anche il Teide, il vulcano Chinyero e la vicina vallata.

Tra i palmeti e le case rurali di El Palmar

Per andare alla scoperta del Parco del Monte Teno uno dei punti da cui partire è El Palmar, villaggio rurale ai piedi del massiccio famoso per i palmeti e per la lavorazione artigianale delle foglie di palma. Da lì si raggiungono facilmente la foresta di Monte del Agua e le scogliere di Talavera.

Buenavista del Norte, il villaggio più a nord di Tenerife

Ai piedi del Monte Teno si trova anche Buenavista del Norte, il villaggio più a nord di Tenerife. Oltre le sue case la strada termina e cominciano i sentieri per la vicina montagna, ma vale la pena fermarsi e ammirare anche le belle dimore coloniali del Seicento, perfettamente restaurate.

Vigneti e montagne a Icod de los Vinos

Come El Palmar e Buenavista del Norte, Icod de los Vinos è una borgata rurale immersa nella natura. In molti la incontrano recandosi sulle vicine montagne, ma anche il paese merita una visita, sia per il suo pittoresco centro storico sia per gli splendidi vigneti che la circondano.

Il Drago Millenario, un albero monumento nazionale

L’attrazione più curiosa di Icod de los Vinos è sicuramente il suo Parque del Drago Milenario, un giardino che conserva un albero antichissimo. L’età della pianta, dichiarata nel 1917 monumento nazionale, è sconosciuta, ma dovrebbe aggirarsi tra i mille e i duemila anni.

Tra pietra lavica e sabbia rossa sul Malpaís di Güímar

Il panorama delle montagne di Tenerife non sarebbe lo stesso senza la Riserva Naturale Speciale del Malpaís di Güímar, uno dei luoghi più apprezzati dagli appassionati di trekking perché permette di percorrere sentieri tra lava solidificata, sabbia rossa e vegetazione spontanea, in mezzo a panorami che sembrano il set di un film di fantascienza.

Il paesaggio lunare del sentiero di Vilaflor

Ancora più curioso è il modo in cui le rocce laviche sono state modellate dall’erosione nel sentiero che, da Vilaflor, si addentra per 13 chilometri nelle foreste di Tenerife. Rocce rosse e beige hanno assunto, con il passare dei secoli, curiose forme coniche che le fanno sembrare sculture moderniste o angoli di un paesaggio lunare davvero suggestivo.

Nel cuore del vulcano: la Cueva del Viento

Tenerife è una delle poche località d’Europa che permette di addentrarsi in una caverna vulcanica. La Cueva del Viento è un’occasione unica per gli amanti della speleologia, che potranno percorrere 18 chilometri di gallerie sotterranee.

Delfini e balene: ecco come vederle in libertà

Gli appassionati di natura sanno sicuramente che Tenerife è uno dei luoghi in Europa dove più facilmente è possibile avvistare delfini, balenottere e capodogli in libertà. Per avere qualche chance in più è bene affidarsi agli esperti del settore, che conoscono il mare intorno all’isola e le abitudini dei cetacei.

Cultura locale e siti storici: le piramidi di Guimar

Dopo i suoi splendidi paesaggi, cosa vedere a Tenerife se si è appassionati di storia e cultura locale? Uno dei luoghi più curiosi da visitare sono le piramidi di Guimar, antiche costruzioni a gradoni simili a quelle messicane e peruviane sulla cui origine ancora oggi gli archeologi non hanno trovato spiegazioni.

Secoli di storia e gastronomia alla Casa del Vino e del Miele

Più che un’azienda agricola, la Casa del Vino e del Miele di El Sauzal è quasi un museo che racconta le tradizioni locali in una casa coloniale che ha più di tre secoli. Al suo interno si può conoscere la lavorazione dei vini delle Canarie e del miele, un altro prodotto importantissimo del territorio.

Le tradizioni rurali dell’Isola: una visita a Vilaflor

Chi ha piacere di conoscere a fondo la tradizione rurale di Tenerife può raggiungere Vilaflor. Qui si pratica ancora la viticoltura tradizionale e si possono apprezzare l’antica Casa del Marques e il mulino ad acqua perfettamente conservato.

Tour enologici nelle colline di Tegueste

Anche il villaggio di Tegueste è rinomato per la sua produzione vitivinicola e l’ufficio locale del turismo organizza veri tour guidati alla scoperta delle cantine storiche del territorio. Ciascun percorso permette di degustare il vino locale e di conoscerne le antiche origini.

Santa Cruz e il giardino botanico delle palme

La coltivazione della palma è un altro degli elementi che, da secoli, caratterizza le borgate rurali di Tenerife. Ecco perché a Santa Cruz è stato allestito un ricco giardino botanico a ridosso del mare. Oltre dodici ettari di verde raccolgono la più grande collezione di palme d’Europa, per farne conoscere ai visitatori tutte le specie esistenti, anche le più rare.

A Orotava il Giardino d’Acclimatamento

Anche il Giardino Botanico d’Acclimatamento di Orotawa merita una visita. A differenza di quello di Santa Cruz qui la varietà delle specie vegetali a disposizione è vastissima, e si potranno ammirare fiori tropicali e piante rarissime. Si tratta di uno dei giardini botanici più antichi di Spagna, fondato oltre 200 anni fa.

La storia di Tenerife al Museo di Casa Lercaro

Non si può parlare di cultura e tradizioni a Tenerife senza citare Casa Lercaro, nel centro di La Laguna. Al suo interno si trova un interessante museo dedicato alla storia dell’isola, ma anche il palazzo in sé, costruito nel Seicento, è uno dei più bei luoghi da visitare dell’intera città.

Natura incontaminata e un mare da sogno per un viaggio indimenticabile

Tenerife
Tenerife, mare, natura e paesaggi incontaminati

Per chi deve scegliere cosa vedere a Tenerife è chiaro che il mare è solo una delle molte opzioni. Visitare l’isola più importante delle Canarie senza aver apprezzato le sue spiagge incantevoli sarebbe un peccato, ma altrettanto grave sarebbe non godere dei suoi panorami mozzafiato, delle oasi naturalistiche e degli splendidi villaggi che si trovano lungo le sue coste. Per chi ama il mare, in tutte le sue sfaccettature, Tenerife è davvero una meta unica e completa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here