Motore economico d’Italia o regione affascinante, ricca di mete da esplorare?

Dietro la regione più ricca della penisola non c’è solo il mondo del lavoro e degli affari, ma una storia antichissima, luoghi d’arte di insuperabile bellezza e paesaggi incantevoli come quelli dei laghi di Garda e di Como.

Per chi, dunque, non ha paura di lasciarsi incuriosire, ecco 50 suggerimenti per scoprire cosa vedere in Lombardia.

Milano, la seconda città più grande d’Italia

Lombardia Milano
L’ingresso di Galleria Vittorio Emanuele II, in Piazza Duomo a Milano

Il viaggio non può che partire da Milano, capoluogo della Lombardia. Posti da visitare non ne mancano, dalla Piazza del Duomo alla celebre Galleria Vittorio Emanuele, dal Castello Sforzesco alle decine di musei che la città ospita; senza contare che, per chi ama la vita notturna e lo shopping, non c’è luogo migliore che una grande metropoli come questa.

Scopri Milano in cinquanta imperdibili mete.

Il Duomo e l’Ultima Cena, capolavori senza tempo

Milano Leonardo cenacolo
L’Ultima Cena di Leonardo, al santuario milanese di Santa Maria delle Grazie: ogni anno viene vista da oltre 400mila turisti

Tra i posti da visitare in Lombardia, Milano merita di essere ricordata anche perché ospita alcune delle opere d’arte più importanti della penisola. Il Duomo, maestoso e imponente, è sicuramente il più famoso, ma non si deve dimenticare che nella grande città lombarda si trova anche l’Ultima Cena di Leonardo Da Vinci. Il dipinto, tempera grassa su intonaco databile al 1495-1498, è conservato nell’ex-refettorio rinascimentale del convento adiacente al santuario di Santa Maria delle Grazie.

Nelle città d’arte: la bella Mantova

Mantova
Mantova, la città dei Gonzaga, tra i principali centri del Rinascimento Italiano, dal 2008 fa parte del patrimonio Unesco

Per chi preferisce mete più tranquille e suggestive sono molte le città d’arte che può offrire la Lombardia. Luoghi di interesse storico e artistico come Mantova hanno un fascino unico, che porta il visitatore indietro nel tempo, ai secoli del Medioevo e alle meraviglie del Rinascimento.

Nelle cinquecento stanze del Palazzo Ducale

04 Mantova Palazzo Ducale
La reggia dei Gonzaga, uno dei principali edifici storici cittadini e meta ogni anno di oltre 400mila visite

Il luogo forse più stupefacente di Mantova è il Palazzo Ducale, antica dimora dei Gonzaga, che dominarono a lungo sulla città e la resero il gioiello che è ancora oggi. Portici e palazzi, torri e giardini sono collegati tra loro e formano un complesso enorme, con oltre cinquecento stanze da esplorare.

A piedi, in bici e in barca nel Parco del Mincio

Parco del Mincio
Istituito nel 1984, il Parco Regionale del Mincio ha un’estensione territoriale molto ampia, circa 16.000 ettari

A pochi chilometri da Mantova il Parco Regionale del Mincio è perfetto per chi, alle meraviglie della città d’arte, vuole unire una salutare pedalata o una gita in barca. L’oasi naturale è molto apprezzata anche dai fotografi per le molte specie di uccelli che si possono incontrare e per i suoi incantevoli paesaggi sul fiume.

Una passeggiata a Bergamo Alta

Bergamo Alta
Bergamo Alta: i suoi bastioni furono eretti nel XVI secolo, durante la dominazione veneziana

Ci sono molte città e luoghi da visitare in Lombardia, e Bergamo è una delle più caratteristiche. La parte alta della città, ancora oggi, è circondata dalle antiche mura, patrimonio dell’Unesco, che racchiudono il borgo medievale e tesori come il Duomo e la chiesa di Santa Maria Maggiore.

Sul Ticino alla scoperta di Pavia

Pavia
Insediamento di origini galliche, poi municipio romano (come Ticinum), nel Medioevo Pavia fu capitale del regno longobardo

L’itinerario tra le belle città lombarde non può dimenticare Pavia. Già lo scorcio che si può ammirare lungo il fiume Ticino, con il ponte coperto e la città alle sue spalle, giustifica la visita, senza contare che il centro storico è ricco di luoghi interessanti da visitare, come il castello visconteo e Piazza della Vittoria, oltre che di chiese meravigliose come la Cattedrale di Santo Stefano.

Unica al mondo: la Certosa di Pavia

Pavia Certosa
La Certosa di Pavia, voluta alla fine del XIV secolo da Gian Galeazzo Visconti per adempiere a un voto della consorte Caterina

A pochi chilometri dalla città di Pavia la famosa Certosa è uno delle più belle cose da vedere in Lombardia, un monastero unico al mondo per la ricchezza della sua chiesa e le dimensioni del complesso. Una vera rarità per l’ordine certosino, ma così la volle il signore di Milano, Gian Galeazzo Visconti, che finanziò l’opera.

A Brescia, la città con due duomi

Brescia
Brescia, con i suoi quasi 200mila abitanti è il secondo comune lombardo per popolazione

Brescia è sicuramente un altro importantissimo posto da visitare in Lombardia. Si tratta infatti di una città antichissima, con millenni di storia, come dimostrano i due duomi affiancati in Piazza Paolo VI (quello vecchio e quello nuovo) e il tempio capitolino, che risale all’epoca romana.

Il monastero di Santa Giulia e la chiesa di San Salvatore

Brescia Monastero Santa Giulia
Il monastero bresciano di Santa Giulia: fa parte del sito seriale “Longobardi in Italia: i luoghi del potere”, tutelato dall’Unesco

Brescia è famosa anche per il suo splendido monastero, dedicato a Santa Giulia e dichiarato patrimonio dell’Unesco. Il complesso fu costruito dal re longobardo Desiderio e custodisce al suo interno la chiesa di San Salvatore e la croce d’oro del sovrano.

Due passi a Varese, la città giardino

Varese
Varese, città giardino adagiata su sette caratteristici colli, a monte dell’omonimo lago

Anche se poco conosciuta dal punto di vista turistico, Varese è una località piacevolissima da visitare. È soprannominata “città giardino” per via della moltitudine di aree verdi e parchi che si trovano nel centro e non solo, ma è anche ricca di monumenti e storia. Da non perdere poi la passeggiata della Via Sacra, percorso patrimonio dell’Unesco che porta alla bella borgata di Santa Maria al Monte.

La pittoresca Cremona e i suoi violini

Cremona
Bancarelle in Piazza del Duomo a Cremona. Sulla destra la Loggia dei Militi e il Palazzo Comunale

Tra le città d’arte lombarde Cremona merita un posto speciale, non solo per la suggestiva Piazza del Comune, con i suoi eleganti palazzi rinascimentali e il bellissimo duomo, ma anche perché da secoli è patria di grandi musicisti e liutai, come il celeberrimo Stradivari. Per chi ama la musica il Museo del Violino è una tappa obbligata.

A Monza per la Reggia e il Duomo

Monza
L’Arengario, antico palazzo comunale (XII sec.) in Piazza Roma: da qui si dipartono tutte le vie principali di Monza

Chi pensa che Monza meriti una visita solo quando si svolge il famoso Gran Premio di Formula Uno sbaglia di grosso. Per secoli la città ha infatti ospitato sovrani e imperatori, che hanno lasciato monumenti di incomparabile bellezza come la Reggia degli Asburgo e il Duomo, in cui si trova la cappella della regina Teodolinda, capolavoro della pittura gotica italiana.

Lodi e il Tempio dell’Incoronata

Lodi Tempio Incoronata interno
L’interno del Tempio dell’Incoronata a Lodi, riconosciuto come uno dei massimi capolavori del Rinascimento lombardo

Tra Milano e Piacenza, Lodi è una città perfetta per una veloce gita fuori porta. Piazza della Vittoria e Piazza del Broletto, dove si trova l’antico palazzo comunale, sono i luoghi da non perdere, così come il Duomo e il Tempio dell’Incoronata, vero capolavoro dell’arte rinascimentale.

Vigevano, la città dei duchi

Vigevano Piazza Ducale
Piazza Ducale a Vigevano, gioiello disegnato da Leonardo e dal Bramante

In Lombardia, tra Milano e Pavia, si trova una piccola meraviglia: Vigevano. Qui il duca Ludovico Il Moro fece realizzare quella che per lui doveva essere una città ideale, costruita secondo i dettami dell’arte e del pensiero rinascimentale. La sua Piazza Ducale, disegnata da Leonardo e dal Bramante, è un gioiello dalla bellezza unica.

Una piccola Roma rinascimentale: Sabbioneta

Sabbioneta Teatro
Il Teatro all’Antica di Sabbioneta, realizzato tra il 1588 e il 1590 su progetto dell’architetto vicentino Vincenzo Scamozzi

Come per Vigevano, anche Sabbioneta segue il filone delle città ideali del Rinascimento ed è stata dichiarata Patrimonio dell’Unesco. Fu costruita dai Gonzaga come una piccola Roma, con il suo meraviglioso teatro, il Palazzo del Giardino e il Palazzo Ducale.

Cosa vedere in Lombardia? In vacanza sui laghi più belli

Lago di Garda
Lago di Garda: una veduta di Sirmione

La Lombardia non offre solo splendide città d’arte, ma è rinomata in tutta Italia per i suoi importanti laghi, che, coi paesaggi che li circondano, sono tra le mete più conosciute e amate dai turisti. L’offerta, sul Lago di Garda, il Lago Maggiore e il Lago d’Iseo è davvero ampia e adatta a tutti.

Tra belle isole e ville: il Lago Maggiore

Lago Maggiore Cannobio
Paesaggi e clima incantevole sulle sponde e nelle isole del Lago Maggiore, perla turistica tra Piemonte e Lombardia

Condiviso col vicino Piemonte, il Lago Maggiore è un piccolo paradiso sia per chi ama il relax che per gli appassionati di turismo attivo. La natura e i paesaggi attraggono ciclisti ed escursionisti mentre le isolette e le ville che si affacciano sulle sue acque sono davvero incantevoli.

Ad Angera sulla Rocca Borromea

Lago Maggiore Rocca di Angera
La Rocca di Angera, proprietà dei Borromeo. Al suo interno il museo del giocattolo più grande d’Europa

Una delle località più belle sulla riva lombarda del Lago Maggiore è Angera, famosa per il suo castello, la Rocca Borromea. Da Angera è anche possibile imbarcarsi per andare alla scoperta delle Isole Borromee, che si trovano poco oltre il confine piemontese.

Storia e natura: il fascino del Lago di Como

Lago di Como
Il Lago di Como: è il più profondo d’Italia, quello col maggiore perimetro e il terzo per superficie

Cosa vedere, in Lombardia, dopo il Lago Maggiore? Il Lago di Como è ancora più famoso e apprezzato, tanto dai visitatori italiani quanto dal turismo internazionale. Ville eleganti si alternano a piccole e antiche borgate, mentre per i più avventurosi le vette delle Alpi sono davvero a due passi.

A Como il Duomo, il palazzo del Broletto e il Tempio Voltiano

Como Piazza del Duomo
Como: la Piazza del Duomo

Non si può dire di essere stati sul lago senza aver visitato la città che gli dà il nome. Como è una località interessantissima e ricca di monumenti ed edifici storici. Il palazzo del Broletto e il Duomo testimoniano il passato più antico della città, mentre il Tempio Voltiano celebra il grande Alessandro Volta, inventore della pila.

A Lecco sulle orme di Manzoni

Lecco
Lecco, cittadina ricca di fascino affacciata sul ramo orientale del Lago di Como, resa celebre dal Manzoni

Lecco è un’altra delle mete più amate sul Lago di Como. Oltre ad essere una cittadina davvero gradevole, la storia l’ha resa famosa perché nel suo territorio sono state ambientate alcune delle vicende de “I Promessi Sposi”. Se si vogliono visitare i luoghi che ispirarono Alessandro Manzoni nel descrivere le borgate dove vivevano Renzo e Lucia, il monastero di Fra Cristoforo e la chiesa di Don Abbondio questo è il posto ideale.

Artisti e imperatori innamorati di Bellagio

Bellagio
Bellagio, rinomato luogo di villeggiatura alla ramificazione dei due bracci meridionali del Lago di Como

Sulla punta che divide il ramo di Lecco e quello di Como, il lago offre una delle sue borgate più belle, quella di Bellagio. Qui le ville settecentesche sono la testimonianza di un’epoca in cui nobili, letterati e artisti soggiornavano sulle sue rive. Di Bellagio si innamorarono Napoleone Bonaparte, il musicista Franz Liszt, l’imperatore Francesco I e lo stesso Alessandro Manzoni.

Di sera sul lungolago di Varenna

Varenna
Varenna, altra località dal fascino intramontabile, tra le più belle del Lago

A contendersi il primato di paese più bello del Lago di Como, con Bellagio c’è anche Varenna. Arrivandoci in battello la vista del paese è davvero unica e, per chi vuole fare una passeggiata sul lungolago, la sera è il momento più magico. Da non perdere anche la bellissima Villa Monastero.

Sulla riva di Cernobbio le ville più belle

Cernobbio Villa Erba
Villa Erba a Cernobbio, fu residenza tra gli altri di Luchino Visconti. Oggi è un importante centro congressi internazionale

Anche Cernobbio è famosa per le sue ville storiche, come l’imponente Villa Erba, risalente alla fine dell’Ottocento e un tempo residenza del regista Luchino Visconti, oppure la bella Villa d’Este. Il paese si affaccia direttamente sulle rive del lago offrendo panorami davvero incantevoli.

Menaggio e i suoi angoli pittoreschi

Menaggio
Luci della sera sul romantico borgo di Menaggio

Con gli altri paesi del lago, Menaggio condivide il medesimo fascino da cartolina, ma a differenza dei borghi più famosi permette di respirare un’atmosfera più intima e tranquilla. Chi è alla ricerca di una fuga romantica o vuole visitare una località suggestiva e tranquilla non troverà posto migliore.

Scorci indimenticabili da Lenno e Tremezzo

Lenno lungolago
Il lungolago di Lenno

Alcuni degli scorci più belli del Lago di Como si possono ammirare da Lenno e Tremezzo, vicine tra loro e visitabili anche in una sola giornata. La prima è famosa per il suo Golfo di Venere, mentre la seconda è un vero balcone sulle acque del lago e offre una vista impareggiabile e la bella Villa Carlotta, meraviglia del Barocco.

Dal Lago di Como a quello di Lugano

Lago di Lugano
Il Lago di Lugano

Anche se il Lago di Lugano si trova principalmente in Svizzera, il suo tratto iniziale fa ancora parte della Provincia di Como e la strada panoramica per raggiungerlo è una delle più amate dai motociclisti. La distanza tra i due laghi è davvero breve e, per chi vuole fare una breve gita oltre confine, non c’è meta più indicata.

Un itinerario alternativo? Il Lago d’Iseo

Lago d'Iseo
Una veduta panoramica del Lago d’Iseo

Tra il Lago di Como e il Lago Maggiore si trova anche il più piccolo Lago d’Iseo. Non meno incantevole dei due più celebri “vicini”, può diventare un’ottima occasione per un fine settimana all’insegna del relax, della buona tavola o della vita all’aria aperta, tra riserve naturali e borgate splendide come Lovere, Pisogne e Iseo.

Iseo e i vini della Franciacorta

Festival Franciacorta Estate
Il Festival Franciacorta Estate: a settembre le cantine di questa rinomata zona vinicola si aprono ai turisti

Un tour del lago non può che partire dal paese che da esso prende il nome. Iseo è una cittadina piacevole e perfetta per soggiornare durante le proprie vacanze. Inoltre è il punto di partenza perfetto per esplorare, oltre alle rive del lago, anche le cantine della Franciacorta, ricche di tentazioni per gli enoappassionati.

Lovere, uno dei borghi più belli d’Italia

Lovere Porto Turistico
Una veduta di Lovere, nell’alto Sebino, in provincia di Bergamo

Più romantico e suggestivo, Lovere è un’altra località famosissima del Lago d’Iseo. La sua bellezza gli ha fatto meritare l’iscrizione ai borghi più belli d’Italia, e il riconoscimento non è certamente casuale. Tra le sue pittoresche vie e la passeggiata sul lungolago si trovano angoli veramente incantevoli.

Da Sulzano a Monte Isola

Monte Isola Lago d'Iseo
Monte Isola, sul Lago d’Iseo, isola lacustre più grande d’Europa

Nel Lago d’Iseo si trova anche Monte Isola, l’isola lacustre più grande d’Europa. Per visitarla bisogna raggiungere Sulzano e da lì salire su uno dei battelli che percorrono le acque del lago. Il viaggio in barca è anche il modo migliore per ammirare i bellissimi paesini della costa.

Borghi, castelli e sapori: benvenuti sul Lago di Garda

 Lago di Garda Sentiero del Ponale
Lago di Garda: il Sentiero del Ponale

Il Lago di Garda è il più grande lago d’Italia ed una delle località più conosciute di tutta la Lombardia. Cose da vedere sulle sue rive non ne mancano, dai numerosi castelli ai borghi storici, ma anche la buona tavola è ben rappresentata, tra prodotti d’eccellenza e ottimi vini.

Scopi qui 50 utili suggerimenti di visita sul Lago di Garda

A Sirmione il Castello Scaligero e le Grotte di Catullo

Sirmione
Sirmione, naturale punto di partenza per partire alla scoperta del Lago di Garda e delle sue bellezze

Pensando al Lago di Garda, la prima meta che viene in mente è sicuramente Sirmione. Da non perdere la rocca costruita da Cangrande della Scala, che con il suo ponte levatoio e le torri merlate proteggeva l’accesso alla città, e le Grotte di Catullo, antica villa romana del I secolo perfettamente conservata.

Desenzano, balcone sul Garda

A poca distanza da Sirmione, Desenzano è una città vivace e piacevole da visitare, magari passeggiando nel centro storico o lungo il Porto Vecchio. Dal castello poi si gode di un’ottima vista, al punto che Desenzano è considerata un vero e proprio balcone panoramico sul Lago di Garda.

Limone sul Garda e i suoi agrumeti

Il clima mite del Lago di Garda permette di coltivare ottimi agrumi anche a pochi chilometri dalle Alpi, e il paese di Limone è, per questo aspetto, il più celebre di tutta la Lombardia. Cosa vedere dunque se non le sue antiche limonaie, costruite nel Settecento e descritte persino da Goethe nel suo “Viaggio in Italia”.

Salò e il Vittoriale di Gabriele d’Annunzio

Sul Lago di Garda la cittadina di Salò è famosa in tutta Italia per il Vittoriale, la bella villa immersa tra i giardini e con una vista fantastica sul lago dove il poeta Gabriele d’Annunzio visse gli ultimi anni della sua vita. Un museo unico, dove ogni stanza celebra lo scrittore e la sua passione per l’arte e la bellezza.

A Toscolano Maderno tra pescatori e cartiere

A pochi chilometri da Salò i due paesi di Toscolano e Maderno formano un’unica realtà, che merita una visita. Toscolano è infatti famosa per la sua vocazione per la pesca ed è il luogo ideale per gustare l’ottima cucina di lago. Maderno invece era sede, anticamente, di famose cartiere, che ancora oggi si possono esplorare seguendo un interessante percorso storico.

Olio e vino nell’antica Manerba

Il viaggio sul Lago di Garda continua con Manerba, famosa invece sin dai tempi dei romani per i suoi prodotti della terra. Come per Limone sul Garda, il clima mite ha permesso per secoli la coltivazione dell’ulivo e della vite, ancora oggi utilizzati per ottenere olio e vini Doc d’eccellenza.

Riva del Garda, Tremosine e la Strada della Forra

Per chi invece vuole avventurarsi nella zona settentrionale del Garda, la più apprezzata per praticare sport acquatici e per le escursioni in montagna, le mete giuste sono le città di Riva e Tremosine. Per raggiungere quest’ultima si attraversa la famosa Strada della Forra, uno spettacolare passaggio tra panorami mozzafiato.

Con i bambini a Gardaland

Gardaland
Gardaland, grande parco tematico a Castelnuovo del Garda, in provincia di Verona

Il viaggio alla scoperta del Lago di Garda, una delle mete più importanti di tutta la Lombardia, deve sicuramente menzionare anche Gardaland, uno dei più grandi parchi tematici d’Italia. Chi viaggia con i bambini non può fare a meno di dedicargli almeno una giornata.

Lombardia vuol dire anche natura: il Parco dello Stelvio

Parco Nazionale dello Stelvio
Il Parco Nazionale dello Stelvio

Per chi si chieda cosa vedere in Lombardia se si amano le vacanze all’aria aperta non c’è che una risposta: il Parco Nazionale dello Stelvio. Si tratta di una delle prime aree protette d’Italia, oltre che di una delle più ricche, con cime che sfiorano quasi i 4mila metri e centinaia di sentieri da percorrere a piedi o in mountain bike.

A Bormio sia d’estate che d’inverno

Bormio
Bormio, rinomata località sciistica e termale dell’Alta Valtellina, ha ospitato anche i Mondiali di Sci alpino del 1985 e 2005

La porta del Parco dello Stelvio, per chi vuole visitare il settore lombardo, è la città di Bormio, meta apprezzata tanto dagli escursionisti d’estate quanto dagli sciatori d’inverno, per non parlare della presenza di una fantastica stazione termale, ideale per chi cerca un po’ di relax.

Da Bormio alla Valfurva, paradiso del trekking

Valfurva Trekking
I monti della Valfurva: paradiso per gli appassionati di trekking

Il versante lombardo del Parco dello Stelvio offre moltissime possibilità per chi ama le escursioni e, da Bormio, si raggiungono facilmente la Valfurva, con le sue foreste di conifere, ma anche la Valle dei Forni, con i suoi ghiacciai, la Val Zebrù e la Valle del Gavia, con il suo spettacolare passo.

Sci, camminate e persino shopping: siamo a Livigno

Livigno
Livigno, rinomata località turistica al confine con la Svizzera

Tra i comuni più alti d’Italia, Livigno si trova a pochi chilometri da Bormio ed è famosissimo per i suoi impianti da sci, che arrivano fino a 3mila metri di quota. Anche d’estate il paese è tuttavia una piacevole sorpresa per chi ama la montagna e… lo shopping. Siamo infatti al confine con la Svizzera e a Livigno non si deve pagare l’Iva su cosa si acquista.

Sport invernali, paesini d’incanto e sapori in Valtellina

Valtellina
Valtellina

Livigno e Bormio fanno parte della Valtellina, una delle zone montane più famose della Lombardia. Cosa vedere dunque su un territorio così ampio? Le possibilità sono davvero infinite, tra paesini incantevoli, formaggi e prodotti tipici come la bresaola, percorsi per il trekking, la bici e l’escursionismo a cavallo. Per chi ama gli sport invernali poi la Valtellina è un vero paradiso.

Sondrio, piccola perla alpina

Sondrio Piazza Garibaldi
Sondrio: Piazza Garibaldi

La città più importante della Valtellina è Sondrio. Il piccolo centro si trova immerso tra montagne e vigneti ed è perfetto per chi vuole gustare i sapori del territorio o un calice di vino. Da non perdere poi il Castello Masegra, che custodisce alcuni dei tesori artistici più belli della città.

Paesaggi d’incanto sul treno rosso del Bernina

Treno rosso del Bernina
Il Trenino Rosso del Bernina, porta dai 429 mslm di Tirano a Sankt Moritz, passando per i 2.253 mslm dell’Ospizio Bernina

Lombardia e Svizzera condividono, in Valtellina, la tratta ferroviaria più alta delle Alpi. Si tratta del Trenino Rosso del Bernina, dichiarato patrimonio dell’umanità dall’Unesco. Sul suo percorso passi montani, cime innevate e alcuni dei paesaggi più belli di tutta la Regione.

Tirano e i suoi palazzi liberty ai piedi delle Alpi

Tirano Santuario
Il Santuario della Madonna di Tirano, monumento religioso più importante della Valtellina

Sul versante italiano il treno rosso del Bernina parte dalla cittadina di Tirano, che si trova a poco più di un chilometro dal confine svizzero. Per chi ha tempo di visitarla, chiese e antichi palazzi abbelliscono il Borgo Vecchio, ma il paese è anche famoso per le sue belle case in stile Liberty.

Tra i “crotti” di Chiavenna

Chiavenna Crotti
I “crotti” di Chiavenna, tipici locali dove gustare le migliori specialità della località valtellinese

Il lato più occidentale della Valtellina ha come centro principale Chiavenna, con il suo bel centro storico, i suoi palazzi medievali e i tipici “crotti”, locali dove si possono gustare i prodotti tradizionali (salumi, formaggi e l’immancabile breasola). Chiavenna è anche un ottimo punto di partenza per andare alla scoperta delle meravigliose camminate che offrono le vicine montagne.

Laghi, montagne e città d’arte impareggiabili

Milano
L’incessante via vai di milanesi e turisti in Piazza del Duomo

Natura, montagne incontaminate, alcuni dei laghi più belli d’Italia e città d’arte dalla storia millenaria: chiedendosi cosa vedere in Lombardia forse verrà spontaneo pensare alla grande Milano, ma la grande metropoli (che comunque custodisce alcuni dei tesori più importanti d’Italia) non è che l’inizio. La regione più ricca e laboriosa di tutto il Paese è, nel contempo, una delle più belle da esplorare, e offre senza ombra di dubbio un ventaglio di proposte vastissimo e adatto a ogni tipo di visitatore.

 

Scopri Milano in cinquanta imperdibili mete.

Qui puoi trovare 50 utili suggerimenti di visita sul Lago di Garda.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here