Tra castelli, città antiche e foreste: benvenuti in Baviera

Cosa vedere in Baviera

In Germania non c’è regione più famosa e pittoresca della Baviera, terra dove antiche città e borghi incantevoli e ricchi di storia si alternano a foreste, laghi e castelli da fiaba.

A farle da corona le vette innevate delle Alpi, che la dividono dalla vicina Austria.

Cosa vedere in Baviera dunque? Le possibilità sono davvero tantissime, e il punto di partenza ideale è Monaco, la sua città più importante e caratteristica.

Monaco, la “seconda capitale” della Germania

Monaco di Baviera
Monaco di Baviera

Se la capitale tedesca, Berlino, è ormai una città modernissima e all’avanguardia, Monaco di Baviera è la “seconda capitale” della nazione, ancora ricca di testimonianze del passato e forte delle proprie tradizioni. Piazze eleganti, antichi palazzi storici e chiese gotiche sono il tratto saliente di questo centro accogliente e vivace.

All’Oktoberfest per gustare la vera birra tedesca

Monaco Oktoberfest
L’Oktoberfest, festival popolare e più grande fiera del mondo con 6 milioni di visitatori ogni anno

Non si può parlare di Monaco senza citare l’Oktoberfest, il più celebre appuntamento al mondo dedicato alla birra tedesca. Per sedici giorni nel mese di ottobre gli abitanti della città celebrano il loro prelibato nettare, tra boccali e danze tradizionali.

Ingolstadt Village, paradiso dello shopping

Monaco Ingolstadt Village
L’Ingolstadt Village, saldi e vetrine nel Sud della Germania

Birra e tradizioni non sono certo le uniche attrattive di Monaco di Baviera. Posti da visitare come l’Ingolstadt Village sono perfetti per chi, alle grandi celebrazioni dell’Oktoberfest, vuole aggiungere una giornata dedicata allo shopping in uno degli outlet più grandi della Germania.

Storia e memoria, una visita a Dachau

Dachau
L’omaggio del cancelliere Merkel nel 70ennale della liberazione del campo di Dachau (29 aprile 1945)

A poca distanza da Monaco, Dachau è di certo uno dei posti da visitare in Baviera. Oltre a essere una bellissima cittadina, col suo castello rinascimentale e il parco reale, la località è tristemente nota per aver ospitato uno dei più importanti campi di concentramento nazisti di tutta la Germania, oggi trasformato in un memoriale.

Una terra di castelli: le residenze di Ludwig II

Dopo aver visto Monaco, non si può visitare la Baviera senza recarsi nei famosi castelli di Re Ludwig II. Neuschwanstein, Linderhof e Herrenchiemsee sono stati i luoghi più amati dal sovrano bavarese, palazzi lussuosi e ricchi di opere d’arte, davvero da non perdere.

Cosa vedere in Baviera se non Neuschwanstein

Neuschwanstein castello
Neuschwanstein, castello tra i più visitati d’Europa con una media di 1,4 milioni di turisti l’anno

Tra le cose da vedere in Baviera, Neuschwanstein è forse la più famosa. Vero e proprio simbolo della regione, l’ottocentesco castello sembra uscito direttamente da una fiaba. Re Ludwig volle che ogni sala del suo splendido palazzo ricordasse le architetture e l’arte medievale, da lui tanto amata.

Linderhof, il palazzo preferito di Ludwig II

Linderhof castello
Linderhof, il più piccolo dei tre castelli costruiti da Ludovico II e l’unico che il sovrano riuscì a vedere completato

Neuschwanstein non è certo l’unica dimora costruita da Ludwig II di Baviera. Cosa vedere dunque se non Linderhof, il suo palazzo preferito. Il sovrano vi si rifugiava quando voleva trovare svago e divertimenti, o per rilassarsi nei suoi grandi giardini.

Herrenchiemsee, una Versailles bavarese

Herrenchiemsee castello
Herrenchiemsee si trova sull’omonima isola, la principale del Chiemsee, lago situato nel sud della Baviera

Il piccolo palazzo di Linderhof, rifugio privato di re Ludwig, non era certo adatto a grandi occasioni ufficiali. Ecco perché il sovrano fece costruire anche la grandiosa Herrenchiemsee, la cui facciata è la copia esatta di quella della reggia di Versailles a Parigi. Ovviamente anche i sontuosi saloni non sono da meno.

Con Wagner al castello di Honenschwangau

Castello di Hohenschwangau
Il castello di Hohenschwangau, realizzato sulle rovine di una fortezza medievale già nominata nel XII secolo

Anche se non è propriamente un castello realizzato da Ludwig II (apparteneva infatti a suo padre), Honenschwangau è certamente il miglior posto da visitare per capire la personalità del sovrano, che qui visse molti anni della sua vita, incontrando il compositore Richard Wagner e alimentando il proprio interesse per la cultura romantica.

Tra le vie del centro di Ratisbona

Ratisbona
Dal 2006 la “città vecchia” di Ratisbona fa parte dell’elenco dei beni patrimonio dell’umanità Unesco

Cosa vedere in Baviera dopo Monaco e i castelli di Re Ludwig? Le possibilità sono tantissime visto che la regione è ricca di città incantevoli e borghi suggestivi. Un’ottima meta è Ratisbona, con il suo centro storico molto caratteristico (patrimonio dell’Unesco) e la sua maestosa cattedrale gotica.

I grandi della storia tedesca nel Walhalla

Walhalla
Il Walhalla, tempio neoclassico voluto dal Ludovico I di Baviera come omaggio all’omonima tradizione nordica

A pochi chilometri da Ratisbona c’è un luogo davvero unico da visitare: il Walhalla. Si tratta di un tempio neoclassico, costruito nell’Ottocento per celebrare i grandi uomini della nazione tedesca, da Barbarossa a Lutero, da Copernico a Mozart. I busti dei più illustri personaggi della Germania sono custoditi in un’imponente costruzione che ricorda il Partenone di Atene.

In battello sulle gole del Danubio

Poco lontano da Ratisbona si trovano anche le suggestive gole del Danubio. Il grande fiume scorre tra pareti rocciose alte 80 metri in una zona naturale di grande fascino. Il modo migliore per apprezzare il paesaggio è approfittare delle numerose gite in battello in partenza da Kelheim.

I tre fiumi di Passavia

Tra i luoghi da visitare in Baviera merita certamente di essere citata Passavia, a poca distanza da Monaco. La particolarità di questo suggestivo centro, ricco di antiche piazze ed eleganti palazzi, è di essere l’unico al mondo ad essere attraversato da ben tre fiumi: il Danubio, l’Ilz e l’Inn.

Augusta, l’antica città dei banchieri

Baviera Augusta
Fondata nel 15 a.C. durante il regno dell’imperatore Augusto, è una delle più antiche città della Germania

Anche Augusta merita una visita, non solo perché è la terza città più grande della Baviera, ma anche perché nel Cinquecento era uno dei centri tedeschi più importanti. Vi risiedevano infatti alcune ricche famiglie di banchieri, i cui antichi palazzi sono ancora il cuore del centro storico cittadino.

L’antica capitale della Baviera: Landshut

Landshut Baviera
Costruita sulle rive dell’Isar, Landshut è conosciuta anche con il nome di “Dreihelmenstadt”, la città dei tre elmi

Anche se Monaco è oggi il cuore del territorio bavarese, l’antica capitale della regione è stata, dal Duecento al Cinquecento, Landshut. Ecco perché la città, una delle più belle della Baviera, conserva testimonianze importantissime del passato, come il castello di Trausnitz e la chiesa di San Martino.

Nördlingen, le sue mura e il “Daniel”

Nördlingen Baviera
L’impianto medievale con mura e fortificazioni di Nordilinga, menzionata in un documento come “corte reale” già nell’898

Il fascino medievale di Landshut si trova anche in molti altri centri della Baviera, luoghi di interesse storico come Nördlingen, l’unica città bavarese ancora completamente circondata da una cinta muraria interamente percorribile. Il centro è dominato dal “Daniel”, il campanile della chiesa di San Giorgio, alto ben 90 metri.

Il fascino di Landschberg sul fiume Lech

Landschberg Baviera
Landsberg am Lech: nel 1923 nelle sue prigioni fu carcerato Adolf Hitler, che qui scrisse il tristemente celebre “Mein Kampf”

Una delle cittadine più belle del territorio bavarese è Landsberg, piccolo centro sulle rive del fiume Lech. Da vedere assolutamente le pittoresche cascate a ridosso dell’abitato, ma anche le belle architetture neogotiche della torre Bayerton e del Mutterturm.

Il pittoresco centro di Kaufbeuren

Kaufbeuren Baviera
Ogni anno, alla fine di luglio, a Kaufbeuren si organizza il Tänzelfest, la più antica festa storica della Baviera

Con il suo centro ottocentesco e le mura medievali, risalenti al Duecento, Kaufbeuren è uno dei borghi più pittoreschi della Baviera. La città è famosa anche per la sua torre civica e per la Tänzelfest, la festa dedicata ai bambini più antica della Germania.

Memmingen e la casa “dei sette tetti”

Memmingen Baviera
Di origini romane, la “Porta dell’Algovia” vanta una parte antica tra le meglio conservate della Germania meridionale

Un piccolo centro estremamente suggestivo è quello di Memmingen, un tempo libera città imperiale. Nella sua antica Piazza del Mercato si trovano alcuni edifici storici davvero interessanti come il municipio cinquecentesco, la “Casa delle Tasse” in stile rococò e la “Casa dei sette tetti”, una curiosa palazzina del Quattrocento, antica sede della corporazione dei conciatori.

In viaggio verso la Baviera del nord: la Franconia

Norimberga antico ospedale
L’antico ospedale di Norimberga, principale centro della Franconia

Dopo aver apprezzato Monaco, i castelli e le città che la circondano è il momento di esplorare la Franconia, la zona più settentrionale della Baviera. Cose da vedere non ne mancano di certo in questa terra ricca di città medievali, foreste e borghi affascinanti. Il suo cuore è Norimberga, seconda per dimensioni solo a Monaco.

Noriberga, un tuffo nel Medioevo

Norimberga mercatini Natale
Norimberga, caratteristica città medievale, celebre anche per i suoi mercatini di Natale

Se si immagina una città tedesca medievale il pensiero va immediatamente a Norimberga, uno dei centri più importanti della Germania, ma anche un luogo di grande fascino. La bellezza del castello imperiale e della cattedrale di San Lorenzo si unisce ai suggestivi scorci dei vicoli del centro, dove si possono ancora ammirare le antiche case con le intelaiature in legno.

Musica e folclore al Festival dei Bardi

La tradizione medievale ha ispirato anche il nome del Festival dei Bardi, uno dei più grandi eventi musicali della Germania, che si svolge proprio a Norimberga. I bardi erano gli antichi cantori e poeti del passato, mentre oggi sul palco del festival si esibiscono artisti e cantautori moderni provenienti da tutto il mondo.

Coburgo e la Fortezza Veste

Dopo Norimberga non si può che visitare Coburgo, un centro importantissimo della Franconia perché un tempo vi dimorava la dinastia dei Sassonia-Coburgo e Gotha, la stessa da cui proveniva il principe Albert, marito della regina Vittoria d’Inghilterra. Il suggestivo centro storico si trova all’ombra della Fortezza Veste, uno dei castelli bavaresi più grandi e meglio conservati.

Bamberga e il municipio sul fiume

Bamberga Baviera
Il municipio di Bamberga, realizzato sulle acque del fiume Regnitz. La città è tra le più visitate della Franconia

Tra le città della Franconia, Bamberga è certamente una delle più visitate. Il suo centro storico, risparmiato dalle bombe della Seconda Guerra Mondiale, è tra i più vasti della Germania e, tra gli antichi palazzi, il municipio è certamente il più curioso. Fu costruito su un’isola artificiale lungo il fiume, per aggirare i divieti del vescovo, che non voleva un potere civile sulla terra della sua diocesi.

La residenza dei principi vescovi a Würzburg

Würzburg Baviera
La celebre Residenza di Würzburg e, in primo piano, la Fontana della Franconia, creata da Ferdinand von Miller il Giovane

Un altro centro francone da non perdere è Würzburg, cittadina medievale che, distrutta durante la Guerra dei Trent’Anni, fu interamente ricostruita secondo i canoni estetici del Barocco dai principi vescovi di Schönborn, di cui si può visitare anche la splendida residenza.

Rothenburg e le sue antiche mura

Nonostante le piccole dimensioni, Rothenburg è una delle località più belle della Franconia. Il piccolo centro conserva intatto l’antico fascino delle città medievali bavaresi, e scorci davvero unici come quello della piazzetta Plönlein, dominata dalle torri e dai portali delle mura medievali, affacciati su suggestive case a graticcio.

A Bayreuth per il festival di Wagner

Bayreuth è una meta molto amata dagli appassionati di musica e teatro. La città è infatti legata al grande compositore Richard Wagner, di cui si può visitare la villa, oppure partecipare agli spettacoli del festival a lui dedicato, che si svolge ogni anno tra luglio e agosto.

Il suggestivo centro di Dinkelsbühl

Dinkelsbühl festa Kinderzeche
A luglio Dinkelsbühl celebra il Kinderzeche, festival che rievoca l’assedio della città del 1632, durante la Guerra dei Trent’anni

Dinkelsbühl è conosciuto come uno dei centri medievali meglio conservati della Germania. Il paese non è grande, ma è piacevole visitarlo a piedi e immergersi tra le sue vie, dove si possono apprezzare le antiche mura con sedici torri e le tipiche case del Quattrocento con l’intelaiatura in legno.

Weißenburg, città romana lungo il “limes”

Se la maggior parte dei centri bavaresi sono legati all’epoca medievale, Weißenburg è una piacevole sorpresa perché conserva un intero museo e numerosi scavi che riguardano il suo glorioso passato romano. La città ospita inoltre un centro informativo sul “limes”, il pericoloso confine che un tempo divideva i domini di Roma dalle terre dei germani.

Tra i paesi delle Alpi Bavaresi

Dopo aver ammirato i dintorni di Monaco e le città medievali della Franconia, cosa vedere in Baviera se non la zona delle Alpi Bavaresi, il confine meridionale della Regione, a due passi dall’Austria. Ai piedi delle sue vette ci sono decine di suggestivi paesi di montagna che non aspettano altro che di essere visitati.

Füssen, un piccolo borgo ai piedi del castello

Füssen Baviera
Füssen, con i suoi 808 metri sul livello del mare è la città più alta della Baviera e l’ultima tappa della Romantische Strasse

Chi visita le Alpi Bavaresi non si lascia certo sfuggire il castello di Neuschwanstein, ma spesso si dimentica di fermarsi a Füssen, il paese ai suoi piedi. Il piccolo centro merita una visita, visto che è davvero grazioso e accogliente e si trova a pochi passi dal pittoresco lago di Forggnsee.

Un porto storico sul Lago di Costanza: Lindau

Lindau Baviera
Lindau: il suo centro storico si trova su un’isola collegata alla terraferma da un ponte stradale e uno ferroviario

Un altro lago, quello di Costanza, ospita uno dei centri più belli delle Alpi Bavaresi, Lindau. La cittadina è costruita su un’isola collegata alla terra da un ponte, e per secoli fu un importante porto e una libera città imperiale. Il suo centro storico è considerato dai tedeschi un vero monumento nazionale.

Nel cuore delle vette bavaresi: Garmisch-Partenkirchen

Garmisch-Partenkirchen
Le vette di Garmisch-Partenkirchen: nel giugno 2015 la celebre località sciistica ha ospitato il 41° vertice del G7

Chi ama gli sport invernali sicuramente conosce Garmisch-Partenkirchen, la località bavarese dove si sono svolti i Giochi Olimpici del 1936 e i campionati del mondo di sci del 1978. Al di là dell’aspetto sportivo, questo borgo alpino incastonato tra le montagne è fantastico anche d’estate, con verdi vallate tutte da esplorare.

Oberstdorf, tra sci, trekking e pattinaggio

Anche Oberstdorf è una località molto apprezzata da chi pratica gli sport invernali, in particolare il pattinaggio sul ghiaccio. Il paese offre inoltre paesaggi davvero incantevoli tra le vette al confine con l’Austria, e percorsi da favola per chi ama le passeggiate.

Sull’antica “via del sale” il borgo di Rosenheim

Quasi al confine con l’Austria, la cittadina di Rosenheim si trova sulla strada tra Monaco e Salisburgo, aspetto che per secoli l’ha resa un ricco punto di passaggio per il commercio del sale. Oggi Rosenheim è un borgo accogliente e piacevole da visitare, facilmente raggiungibile dall’Italia per chi arriva dal Brennero.

A Prien sul lago di Chiemsee

Vicino a Rosenheim si trova anche il grande lago di Chiemsee, il “mare della Baviera”, con tanti paesini da visitare e luoghi perfetti per fare sport. La città più grande sul lago è Prien, famosa per i suoi centri benessere e per il caratteristico trenino a vapore che collega l’abitato al porticciolo sul lago.

Le case affrescate di Berchtesgaden

Oltre il lago di Chiemsee, verso l’Austria, si trova il Berchtesgadener Land, terra per secoli contesa tra la Baviera e i principi vescovi di Salisburgo. Il suo centro più bello è Berchtesgaden, i cui palazzi sono quasi tutti decorati da splendidi affreschi e motivi floreali.

I laboratori di liuteria a Mittenwald

Come Berchtesgaden anche Mittenwald è famosa per le sue case affrescate, in questo caso con motivi ornamentali che decorano porte, finestre e spigoli. Il paese è anche un rinomato centro per la produzione di violini artigianali e strumenti musicali.

Saline e impianti termali: Bad Reichenhall

Sempre al confine con l’Austria, Bad Reichenhall è nota in tutta la Germania per le sue antiche saline, ai piedi del castello di Gruttenstein, e per i suoi celebri impianti termali. Una tappa obbligata sono anche le cioccolaterie storiche del paese, dove si vendono le “palle di Mozart”, una pralina tipica della Baviera.

La “Cavalcata di San Leonardo” a Bad Tölz

Un’altra località termale molto nota delle Alpi Bavaresi è Bad Tölz, facilmente raggiungibile da Monaco. Il cuore del suo centro storico è la Marktstraße, interamente circondata da palazzine borghesi colorate e affrescate. Dal centro passa ogni anno, a novembre, la “Cavalcata di San Leonardo”, pittoresca festa patronale in cui carri adornati di fiori risalgono verso la chiesa principale della città.

Oberammergau e l’abbazia di Ettal

Nel cuore delle Alpi Bavaresi si trova anche il centro di Oberammergau, a poca distanza dal celebre castello di Linderhof. Come molti paesi della regione, anche in questo caso la particolarità sono le belle case dipinte, mentre il luogo più bello da visitare è la vicina abbazia benedettina di Ettal, vero capolavoro del Barocco.

I “Carmina Burana” di Benediktbeuern

Non lontano da Oberammergau anche Benediktbeuern è famosa per la sua abbazia, splendido edificio dove i monaci raccolsero, nel XIII secolo, i “Carmina Burana”, canzoni e poesie in latino e tedesco fino ad allora tramandate oralmente da musicisti e chierici girovaghi. Carl Orff nell’Ottocento ne musicò alcuni brani, primo tra tutti il famosissimo “O fortuna”.

Tutta la Baviera nella “Strada Romantica”

Chi vuole visitare tutti i luoghi più importanti della Baviera, dalle Alpi alla Franconia, ha la possibilità di seguire il percorso della “Strada Romantica”, un itinerario a tappe che parte da Füssen e arriva fino a Würzburg, passando per tutti i centri più belli della regione, legati al Medioevo e alla cultura romantica ottocentesca, e immersi in paesaggi incantevoli.

In bici sugli itinerari della foresta francone

Gli appassionati di cicloturismo possono invece approfittare dei numerosi percorsi messi a disposizione dal Parco Naturale della Foresta Francone, nella Baviera del nord. Sette diversi itinerari perfetti per la mountain bike portano alla scoperta di boschi, borgate e castelli.

Dalle Alpi al Danubio sulla ciclabile dell’Isar

Anche la Baviera meridionale ha il suo percorso dedicato a chi ama pedalare: la pista ciclabile dell’Isar. Si parte dal cuore delle Alpi e si scende seguendo il fiume fino a dove si getta nel Danubio, attraversando anche la bella Monaco e i paesi più suggestivi della vallata.

In moto sulla Strada delle Alpi Bavaresi

La Baviera è anche una delle mete più amate dai motociclisti, che possono trovare strade panoramiche mozzafiato. La più famosa è quella delle Alpi Bavaresi, che da Lindau conduce a Berchtesgaden: 451 chilometri per apprezzare appieno tutti i luoghi più belli delle montagne tedesche.

Il Parco della Foresta Bavarese, tetto verde d’Europa

Tra le più grandi aree protette di tutta l’Europa, il Parco della Foresta Bavarese è il luogo perfetto per chi vuole immergersi nel cuore dei boschi tedeschi, tra la Selva Boema, l’Austria e il Danubio. Linci, orsi, lontre e lupi sono solo alcuni degli abitanti di questa grande riserva naturalistica, che si può visitare anche grazie al “sentiero degli alberi”, una suggestiva passerella sospesa.

A piedi o in bici nel Parco dell’Altmühl

Un’altra area naturalistica molto apprezzata dai visitatori è quella della valle dell’Altmühl. Qui il paesaggio è meno selvaggio, ma ugualmente affascinante. Sulle rive del fiume panorami mozzafiato si alternano a castelli, borgate e antiche abbazie, unite da percorsi perfetti per il trekking o la bicicletta.

La Zugspitze: sulla più alta montagna tedesca

Chi ama le passeggiate più impegnative troverà in Baviera numerose vette e sentieri. La montagna più alta di tutta la regione, e dell’intera Germania, è la Zugspitze, con i suoi 2.962 metri. Per chi invece preferisce un viaggio tranquillo la vetta si raggiunge facilmente anche con treni turistici e un ultimo tratto di funivia.

La storia del nazismo al “Nido dell’Aquila”

Le montagne bavaresi non sono solo natura e paesaggi, ma anche storia. Delle sue vette si innamorò anche Hitler, che spesso vi soggiornava nel “Nido dell’Aquila”, uno chalet-fortezza oggi diventato centro di documentazione sul nazismo.

Dai borghi ai paesaggi più belli: la Baviera storica e romantica

Baviera
Tra le attrazioni della regione tedesca, suggestivi borghi rimandano al suo passato medievale

Tra antichi castelli, paesaggi d’incanto e borghi con secoli di storia alle spalle, decidere cosa vedere in Baviera è davvero semplice. Dalle Alpi alle città della Franconia, passando per la bella Monaco, ogni luogo merita di essere esplorato. La regione offre inoltre itinerari perfetti tanto per chi ama il fascino romantico dei paesini tedeschi quanto per chi è alla ricerca di sport e vita all’aria aperta, o benessere e relax in rinomate località termali. Una terra accogliente dunque, meta perfetta per ogni tipo di visitatore.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here