Tra i canali di Amsterdam, la Venezia del Nord Europa

Cosa vedere ad Amsterdam

Dove un tempo scorreva il fiume Amstel oggi sorge una delle città più belle di tutto il Nord Europa.

Amsterdam è stata fondata infatti sulla terra strappata all’acqua, in un dedalo di canali e ponti che ricorda molto quello dell’altrettanto famosa Venezia.

Per chi si trova a scegliere cosa vedere ad Amsterdam le possibilità sono davvero tante, visto che l’affascinante città olandese, in fatto di arte, storia, musei e divertimento, non ha nulla da invidiare alle più grandi città europee.

Ecco dunque cinquanta suggerimenti per scoprire ogni angolo di questa suggestiva località.

Cosa vedere ad Amsterdam? Si parte da Piazza Dam

Amsterdam Piazza DamLa parola Amsterdam significa letteralmente “diga sul fiume Amstel”, e fu proprio la diga eretta nel 1270 a permettere la fondazione della città. Ancora oggi Piazza Dam, un tempo centro dei fiorenti traffici commerciali olandesi, è il cuore della città e una delle prime cose da vedere ad Amsterdam.

L’elegante e maestoso Palazzo Reale

Amsterdam Palazzo RealeTra gli edifici storici di piazza Dam, il Palazzo Reale è certamente il più maestoso. Nacque come sede del municipio e in età napoleonica divenne una vera e propria reggia. Ancora oggi, nonostante la corte olandese si trovi a L’Aia, le cerimonie più importanti si svolgono comunque in questo splendido edificio.

Arte e cerimonie ufficiali nella Chiesa Nuova

Amsterdam Chiesa NuovaLa Chiesa Nuova, proprio accanto al Palazzo Reale, è insieme un luogo storico di grandissima importanza (vi si svolgono alcune cerimonie ufficiali come l’incoronazione dei sovrani), un ottimo esempio di architettura tardo medievale e uno spazio dedicato alla cultura. Ogni anno viene scelta per concerti e mostre d’arte di grande prestigio.

Il National Monument, simbolo della libertà

Amsterdam National MonumentIn Piazza Dam spicca anche il celebre National Monument, una colonna scolpita all’indomani della Seconda Guerra Mondiale per ricordarne i caduti. La colonna è presto diventata il simbolo della pace e della libertà e il luogo di ritrovo delle più importanti manifestazioni che hanno animato gli anni ’60 e ’70.

Lusso e boutique alla Galleria De Bijenkorf

Amsterdam Galleria De BijenkorfGli amanti dello shopping possono approfittare della visita in Piazza Dam per perdersi tra gli innumerevoli negozi della Galleria De Bijenkorf: sei piani di prestigiose boutique e vetrine di lusso per quello che, da 140 anni, è il più importante centro commerciale d’Olanda.

Kalverstraat: un chilometro di negozi

Amsterdam KalverstraatGli appassionati di negozietti, dai souvenir all’artigianato tradizionale, dagli articoli raffinati a quelli più kitsch, possono invece dirigersi nelle vie pedonali di Kalverstraat e Nieuwedijk: un chilometro di vetrine da ammirare per un’entusiasmante e vivace passeggiata.

Due passi nel Damrak e nel Rokin

Amsterdam DamrakCosa vedere ad Amsterdam dopo piazza Dam? Sicuramente il Damrak e il Rokin sono i due percorsi più amati dai turisti. Oggi ricche di negozi e caffè, queste due strade erano un tempo il cuore dei traffici commerciali olandesi e conducevano ai porti interni, dove venivano scaricate merci da tutto il mondo.

Ponti, isole, canali: una città sull’acqua

Amsterdam CanaliDal Damrak e dal Rokin, il passo successivo è andare alla scoperta del centro storico di Amsterdam. Cose da vedere non ne mancano, dai palazzi nobiliari alle abitazioni del Seicento, ma l’aspetto più suggestivo della città sono gli splendidi canali: una fitta rete riconosciuta patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

Le case strette del canale Singel

Amsterdam Canale SingelIl canale più importante di Amsterdam è il Singel. Un tempo cintura difensiva della città, dal Seicento divenne la zona più frequentata del centro olandese, al punto che si cominciarono a costruire case sempre più strette ed alte, che oggi danno al canale un aspetto unico al mondo.

Tra le chiatte del Mercato dei Fiori

Amsterdam Singel Mercato dei FioriSul canale Singel si svolge ogni giorno anche il Bloemenmarkt, il tradizionale mercato dei fiori. Le chiatte dei venditori, come tanti piccoli negozi, vengono ormeggiate vicino alla passeggiata e, tra mille colori e profumi, si possono acquistare varietà anche molto rare, e soprattutto i bellissimi tulipani olandesi.

Il Magere Brug, il ponte simbolo della città

Amsterdam Magere BrugVisitare Amsterdam significa ovviamente anche percorrere un’infinità di ponti che collegano le oltre cento isole della città. Ce ne sono 1.200 circa, ma il più bello e famoso resta sempre il Magere Brug, il celebre ponte levatoio in legno simbolo di Amsterdam.

In battello per ammirare Amsterdam da un punto di vista unico

Amsterdam BattelloIl modo migliore per apprezzare la bellezza di Amsterdam e dei suoi canali è certamente approfittare di uno dei numerosi battelli turistici che permettono di ammirare la città dall’acqua. Molte delle crociere partono a pochi passi da piazza Dam, proprio negli antichi porticcioli del Damrak e del Rokin.

In bicicletta come veri olandesi

Amsterdam BicicletteAmsterdam si può esplorare agevolmente a piedi, ma per immergersi davvero nel fascino di questa località unica si deve assolutamente noleggiare una bicicletta. Le due ruote sono infatti il mezzo più versatile e amato dagli olandesi, che possono contare su una rete di piste ciclabili tra le più efficienti d’Europa.

Curiosità e desiderio: il Quartiere a Luci Rosse

Amsterdam Quartiere Luci RosseBenché ricca di musei e luoghi d’arte che tutto il mondo le invidia, spesso è la trasgressione l’aspetto che rende più famosa Amsterdam. Cosa vedere dunque se non il Quartiere a Luci Rosse, dove donne in vetrina cercano di attrarre l’attenzione di potenziali clienti, e di molti turisti. In Olanda infatti la prostituzione è legale, ben regolamentata e tollerata da secoli, e costituisce una delle particolarità più curiose della città.

Dall’amor cortese a Casanova: il Museo Erotico

Amsterdam Erotic MuseumIl Quartiere a Luci Rosse di Amsterdam è, in realtà, meno pericoloso di quanto si possa immaginare ed è visitato ogni giorno da migliaia di turisti. Per i più curiosi è anche stato istituito un Museo Erotico, nato per raccontare attraverso opere d’arte, foto e dipinti il mondo del sesso, visto attraverso le varie epoche.

Una vista unica dalla torre della Chiesa Vecchia

Amsterdam vista dalla Chiesa VecchiaChi non sa cosa vedere ad Amsterdam, nel Quartiere a Luci Rosse, deve sapere che, al di là dei locali notturni, si tratta anche di una delle zone più affascinanti della città, ricca di edifici storici di grande bellezza come la Chiesa Vecchia, antica cattedrale gotica dal cui campanile si gode di una vista unica.

La chiesa celata: Ons’ Lieve Heer op Solder

Amsterdam Ons' Lieve Heer op SolderLa Chiesa Vecchia è l’unico edificio cattolico rimasto ad Amsterdam dopo l’avvento della riforma calvinista in Olanda. Nel XVII secolo i cattolici si ritrovavano clandestinamente in chiese come quella di Ons’ Lieve Heer op Solder (Nostro Signore del Sottotetto), una cappella celata all’interno di una comunissima residenza, oggi sede di un museo dedicato alla tolleranza religiosa.

Due passi nel quartiere Jordaan

Amsterdam JordaanOltre a Piazza Dan, ai canali e al Quartiere a Luci Rosse, anche il Jordaan è uno dei più interessanti posti da visitare ad Amsterdam. Si tratta di un antico quartiere operaio, nato nella povertà, dunque suggestivo e ricco di storie da raccontare, ma anche vivace e animato dai locali più alla moda della città.

Un tesoro nascosto: i cortili interni dello Jordaan

Una delle particolarità più affascinanti del quartiere Jordaan sono i cortili storici delle abitazioni, realizzati nei secoli d’oro del commercio olandese e finanziati dai ricchi mercanti dell’epoca. Periodicamente si svolgono manifestazioni e visite guidate per permettere ai visitatori di accedere a questi suggestivi tesori nascosti.

Haarlemmerstraat: paradiso dello shopping e dei locali

Amsterdam HaarlemmerstraatLe strade del quartiere Jordaan possono diventare anche un’ottima occasione per una passeggiata tra negozi e locali alla moda. Haarlemmerstraat è infatti una delle vie più vivaci e trendy di tutta Amsterdam, perfetta sia per fare shopping che per un allegro aperitivo.

Nelle stanze segrete della Casa di Anna Frank

Amsterdam Casa di Anna FrankNel quartiere Joordann si trova anche la Casa-Museo di Anna Frank, uno dei luoghi da visitare ad Amsterdam più importanti. È impossibile non conoscere la storia della giovane Anna, ragazzina di origini ebraiche che, durante il periodo della dominazione nazista, visse con la propria famiglia in una casa nascosta da un passaggio segreto per 25 lunghi mesi, annotando sul suo diario speranze e angosce.

Sulla tomba di Rembrandt nella Chiesa Occidentale

A poca distanza dalla Casa di Anna Frank la Chiesa Occidentale è il più grande edificio del culto riformato olandese. Le sue navate monumentali accolgono la tomba di uno dei più grandi pittori che visse ad Amsterdam: Rembrandt.

Pace e tranquillità nel Cortile delle Beghine

Vicino a Jordaan si trova anche il Begijnhof, il beghinaggio di Amsterdam. Luoghi da visitare si trovano in tutta la città, ma nessuno riesce a infondere un senso di pace e calma quanto l’antico cortile dove un tempo le donne potevano riunirsi e dedicarsi alla vita religiosa e all’assistenza dei bisognosi.

La vita notturna a Leidsenplein

Per chi è a caccia di divertimento e vita notturna il primo posto da visitare ad Amsterdam è sicuramente Leidensplein, non lontano dal quartiere Jordaan. La piazza è un crocevia animato di giorno e di notte, pieno di locali, artisti di strada e discoteche.

Locali e caffè storici in Piazza Rembrandt

Amsterdam Statua RembrandtAnche Piazza Rembrandt è un’ottima meta per chi cerca locali e divertimento, ma su di essa si affacciano anche palazzi di grande pregio e sontuosi caffè storici. A dominare la piazza la statua del pittore Rembrandt, che visse nel vicino quartiere ebraico.

Il pittoresco ex quartiere ebraico e Nieuwmarkt

Tra piazza Rembrandt e il Quartiere a Luci Rosse si trova l’ex quartiere ebraico di Amsterdam, uno dei più suggestivi del centro. Vi si trovano infatti alcuni dei luoghi storici più importanti della città e la vivacissima Nieuwmarkt, la piazza del mercato nuovo, piena di locali e ristoranti.

Le suggestive torri del Waag

Amsterdam WaagL’edificio che meglio rappresenta Nieuwmarrkt è certamente il Waag, antica fortificazione medievale che, con le sue torri a punta, dona alla piazza un aspetto davvero suggestivo. Il palazzo, oltre a difendere la città, fu anche sede del peso pubblico, usato per secoli dai mercanti che commerciavano ad Amsterdam.

Oost-Indisch Huis, il palazzo della Compagnia delle Indie

Non lontano da Nieuwmarkt si trova la Oost-Indisch Huis, il palazzo del XVII secolo che fu quartier generale della Compagnia delle Indie Orientali, potentissima organizzazione commerciale simbolo del Rinascimento olandese e della sua straordinaria fortuna durante il secolo d’oro della navigazione.

Amsterdam “luogo sicuro”: la Sinagoga Portoghese

Non si può visitare il quartiere ebraico di Amsterdam senza fermarsi nella Sinagoga Portoghese, il tempio più imponente di tutta l’Olanda. Fu fondato dagli ebrei spagnoli e portoghesi cacciati dalla loro terra alla fine del XV secolo, che ad Amsterdam trovarono il “mokum”, il luogo sicuro in cui ripartire per una nuova vita.

La storia degli ebrei olandesi nel Joods Museum

La storia del popolo ebraico ad Amsterdam fu lunga e travagliata, e un museo, allestito proprio accanto alla sinagoga, racconta la vicenda della grande comunità olandese, le sue tradizioni e l’orrore delle persecuzioni durante la Seconda Guerra Mondiale.

Nelle stanze della Casa di Rembrandt

Nel quartiere ebraico visse anche Rembrandt, uno dei più famosi pittori che soggiornò ad Amsterdam. La sua dimora è oggi una casa-museo allestita con i mobili dell’epoca e gli oggetti del suo studio, ma ospita anche mostre e una ricca pinacoteca.

Amsterdam e la musica: la Concertgebouw

Amsterdam è anche un tempio della musica in Europa grazie al Concertgebouw, l’ottocentesca sala da concerto considerata tra le migliori al mondo per quanto riguarda l’acustica. Gli appassionati possono approfittare questo luogo unico per assistere a sensazionali spettacoli di musica classica o leggera.

Discoteca e centro culturale: il Paradiso

Per chi ama tutti i generi musicali il Paradiso è certamente uno dei locali più importanti da visitare ad Amsterdam. Nelle sue due sale si svolgono concerti di ogni tipo, ma anche sfilate di moda, conferenze, proiezioni di film, mostre. Quando non viene usato come centro culturale il Paradiso è anche una delle discoteche più gettonate di tutta la città.

Tra i musei di Amsterdam: il Rijksmuseum

Arte e musei sono certamente uno dei punti di forza di Amsterdam. Posti da visitare assolutamente come il Rijksmuseum raccontano la storia dell’Olanda attraverso i dipinti e le sculture dei suoi più grandi maestri: da Rembrandt a Vermeer, da Van Gogh ad Hals, De Wit e Bol.

Unico e geniale: il Museo Van Gogh

Amsterdam Museo Van GoghNon lontano dal Rijksmuseum si trova la collezione dedicata a Van Gogh, uno dei musei più visitati di Amsterdam. Il moderno edificio raccoglie tutte le opere più importanti del geniale maestro impressionista, oltre a carte e memorie che aiutano a comprendere la sua storia e la sua personalità.

Arte contemporanea allo Stedelijk

Gli appassionati di arte moderna e contemporanea invece non devono lasciarsi sfuggire lo Stedelijk Museum, proprio accanto al Museo di Van Gogh. Mostre temporanee e collezioni permanenti offrono un quadro unico delle tendenze artistiche dal Novecento ai giorni nostri.

Le collezioni dell’Hermitage ad Amsterdam

Non tutti sanno che per apprezzare i tesori degli zar russi non è necessario recarsi a San Pietroburgo. Anche Amsterdam offre una ricca collezione dell’Hermitage in mostra permanente all’Amstelhof, un edificio storico dove si svolgono anche prestigiose esposizioni temporanee

La vita dei nobili olandesi al Museo Van Loon

Se all’arte si preferiscono le dimore storiche, il Museo Van Loon è forse la migliore casa-museo che si possa visitare ad Amsterdam. La nobile famiglia, tra le fondatrici della Compagnia delle Indie, era tra le più ricche e influenti d’Olanda, e nelle sale del loro palazzo si possono ammirare ancora antichi arredi, opere d’arte e oggetti preziosi.

Il museo Willet-Holthuysen: uno spaccato di vita del Seicento

Anche il museo Willet-Holthuysen offre uno spaccato di vita della nobiltà olandese tra il Seicento e l’Ottocento. La bella casa sui canali infatti raccoglie le opere e gli oggetti di una ricca collezione di mobili, argenteria, ceramiche, dipinti e libri antichi, esposta in saloni eleganti e raffinati.

La storia della città all’Amsterdams Historisch Museum

Se si vuole conoscere a fondo la storia della città, il posto migliore da visitare è l’Amsterdams Historisch Museum, un’esposizione che, in venti sale, racconta tutte le fasi che hanno portato alla fondazione e allo sviluppo di Amsterdam, capitale dei commerci nel Seicento e oggi città tra le più affascinanti d’Europa.

Al Tropenmuseum la cultura delle ex colonie olandesi

L’impero commerciale olandese fu per secoli in contatto con culture di paesi lontani, come quella indonesiana o quella delle Antille. Il Tropenmuseum (museo dei tropici) offre una collezione etnografica senza pari, con 340mila pezzi provenienti da tutte le parti del mondo.

Antichità mediterranee al Museo Allard Pierson

Gli appassionati di archeologia non devono lasciarsi sfuggire il Museo Allard Pierson, diretto dall’Università di Amsterdam e allestito con reperti provenienti dal mondo mediterraneo. Si va dalle mummie egizie agli oggetti dell’antica Persia, dalle sculture della raffinata arte greca agli oggetti dell’epoca romana.

Il Museo Marittimo il veliero della Compagnia delle Indie

Non si può pensare alla storia dell’Olanda senza ricordare il ruolo fondamentale che ebbe la navigazione nello sviluppo della sua ricchezza commerciale. Ecco perché il Museo Marittimo Nazionale è uno dei più visitati di Amsterdam, con le sue grandi sale dedicate al mare e la ricostruzione di una nave della Compagnia delle Indie, ormeggiata proprio accanto all’edificio.

Il Nemo: il museo della scienza di Renzo Piano

Accanto al Museo Marittimo, il Nemo è un moderno museo interattivo dedicato alla scienza e alla tecnologia, perfetto per una visita con i bambini. La sua grande struttura, che ricorda quella di una nave, è inconfondibile ed è stata realizzata dall’architetto italiano Renzo Piano.

Alla scoperta della birra: l’Heineken Experience

Forse non sarà un museo sotto tutti i punti di vista, ma l’Heineken Experience è certamente tra i luoghi più apprezzati di Amsterdam. La visita dell’ex stabilimento dell’Heineken offre un viaggio davvero piacevole e, tra antiche cisterne e bollitori, racconta la storia di uno dei più famosi marchi di birra al mondo.

Il birrificio tradizionale del Mulino De Gooyer

Per chi ama le birre tradizionali olandesi merita una visita anche il Mulino de Gooyer. Oltre al fatto che è possibile ammirare un tradizionale mulino a vento senza allontanarsi dalla città, accanto si trova uno dei birrifici storici più famosi d’Olanda, ideale per una piacevole degustazione.

Il lato macabro della città all’Amsterdam Dungeon

Tra le attrazioni più curiose della città l’Amsterdam Dungeon è sempre una delle più gettonate. Si tratta di un percorso di 80 minuti dove attori teatrali mettono in scena alcuni degli eventi più macabri e scabrosi della passato di Amsterdam. Storie di streghe, criminali e torture dove si ride (e si urla) in un’esperienza davvero coinvolgente e avvincente.

Tra le cere del Madame Tussaud

Amsterdam è forse una delle città con più musei al mondo e non poteva certo mancare il celebre Madame Tussaud, il museo londinese delle cere che ha aperto anche nelle più grandi capitali europee. Oltre alle statue dei divi di Hollywood o dei cantanti più famosi c’è ovviamente una sezione dedicata ai grandi personaggi storici del passato olandese.

Voldenpark, il giardino più bello di Amsterdam

Anche se costruita tra canali e isolette, Amsterdam ha il suo polmone verde. Voldenpark è il luogo ideale per una passeggiata tra i prati e i sentieri, per una piacevole pedalata o per un momento di tranquillità. Vi si recano ogni giorno tanto gli olandesi quanto i turisti ed è uno degli angoli più belli della città.

Artis: due passi nello zoo e nel giardino botanico

Con i bambini una tappa obbligata è certamente l’Artis, lo Zoo Reale di Amsterdam. Si tratta di una delle strutture più antiche e famose d’Europa, e al suo interno si possono trovare, oltre agli animali, anche un planetario, un museo dedicato alla geologia e un ricco giardino botanico.

Arte, musei, vita notturna e angoli pittoreschi

Amsterdam Vita NotturnaAmsterdam è una città che offre davvero tantissime occasioni, tanto a chi ama l’arte quanto a chi cerca divertimento. Il panorama dei musei è tra i più vasti e rinomati al mondo, i locali notturni e i ristoranti abbondano e il centro storico, con i suoi canali e le sue antiche case, è talmente suggestivo che anche una semplice passeggiata diventa occasione per scoprire angoli pittoreschi e unici. Per chi è alla ricerca di cosa vedere ad Amsterdam dunque non c’è che l’imbarazzo della scelta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here